LA GRANDE ARTE AL CINEMA


                                                                       

 

Prosegue il viaggio nelle opere degli artisti più amati del pianeta, raccontati attraverso il grande schermo. L'affascinante ricerca della perfezione di Degas, l'amore per Venezia di Tintoretto e Palladio, passandro per la Thaiti di Gauguin. E ancora il racconto di Mathera, capitale europea della cultura, i cabinet of curiosities di castelli e palazzi nel mondo, una visita al museo del Prado di Madrid per terminare con le monografie di Canova,Picasso e Caravaggio. 

 

Andare al cinema per visitare una mostra o conoscere un nuovo artista si può!

 

Torna a gennaio la seconda parte della rassegna La Grande Arte al Cinema: un ciclo di eventi che è ormai un appuntamento fisso per i sempre più numerosi e affezionati spettatori di questi eventi imperdibili, che offrono un'esperienza visiva innovativa, in grado di far vivere sul grande schermo tutta la ricchezza delle mostre, degli artisti e dei musei più importanti al mondo.

 

CALENDARIO DEGLI EVENTI

 

 

21, 22 E 23 GENNAIO

MATHERA

Un viaggio che racconta del riscatto e della rinascita di Matera, dalle sue origini ad oggi, attraverso ricordi e aneddoti, da quando la città venne definita “vergogna d’Italia” sino ai giorni nostri che vedono questo centro abitato una delle mete turistiche più desiderate d’Italia.

 


 

28, 29 E 30 GENNAIO

DEGAS. Passione e Perfezione

Il film evento offre una visione unica sulla vita personale e creativa di Degas, indagando la sua relazione con il movimento impressionista, la sua fascinazione per la danza e i problemi di vista che lo attanagliarono sin dagli anni novanta del XIX secolo. Gli spettatori scopriranno così la storia della sua ossessiva ricerca della perfezione attraverso la sperimentazione di nuove tecniche e lo studio dei maestri del passato, tra cui artisti del Rinascimento italiano e pittori contemporanei come Ingres e Delacroix. Uno studio che cominciò sin dal suo personale Grand Tour in Italia e che si sviluppò anno dopo anno grazie alla continua frequentazione di gallerie e musei parigini, primo tra tutti il Louvre.

 


 

18, 19 E 20 FEBBRAIO

LEONARDO - Cinquecento

A cinquecento anni dalla sua morte, Leonardo contuna a essere l'uomo più ammirato e conosciuto della storia: artista, architetto, naturalista, stratega militare, ingegnere, il più grande scienziato di tutti i tempi fu prima di tutto un osservatore alla costante ricerca di nuove scoperte. Combinando l'intelligenza artificiale con i risultati di decenni di studi e ricerche, il film ricompone, in esclusiva e per la prima volta al mondo, le migliaia di pagine dei Codici lasciatici da Leonardo Da Vinci in una prospettiva del tutto nuova che mostra le implicazioni contemporanee del suo immenso lavoro. Con il contributo di esperti internazionali e di un pool di ingegneri e tecnici, il racconto proietta una luce inedita sulle osservazioni e gli studi del Genio che da secoli affascina intere generazioni.

 


 

25, 26 E 27 FEBBRAIO

TINTORETTO. Un ribelle a Venezia

Un artista spregiudicato e inquieto caratterizzato da un’infinita voglia di indipendenza e un amore assoluto per la libertà. Il documentario delineerà i tratti della Venezia del 1500, un secolo culturalmente rigoglioso che vede tra i suoi protagonisti altri due giganti della pittura come Tiziano e Veronese, eterni rivali di Tintoretto in un’epoca in cui la Serenissima conferma il suo dominio marittimo diventando uno dei porti mercantili più potenti d’Europa e affronta la drammatica peste del 1575-77, che stermina gran parte della popolazione lasciando un segno indelebile nella Laguna. È proprio durante la peste che Tintoretto crea il suo ciclo più importante. In una Venezia deserta, cupa e spettrale, con i cadaveri degli appestati lungo i canali, Tintoretto rimarrà in città per continuare la sua più grande opera: il ciclo di dipinti della Scuola Grande di San Rocco, una serie di teleri che coprono la maggior parte delle pareti dell’edificio intitolato alla celebre confraternita. Nessuno all’epoca, nemmeno Michelangelo nella Cappella Sistina, vantava di aver firmato ogni dipinto all’interno di un edificio.

 


 

4, 5 E 6 MARZO

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE_WOW

Le Wunderkammer, chiamate anche stanze delle meraviglie o stanze delle curiosità in francese, nascono nel sedicesimo secolo tra i sovrani ed eclettici collezionisti. Luoghi straordinari in tutto il mondo, dal Rinascimento, dal XVIII secolo, dall'epoca dell'Illuminismo, alcune collezioni diedero origine al concetto contemporaneo di museo portando a noi le prestigiose gallerie provenienti da grandiose ville e castelli. Stranezze eccentriche e di inestimabile valore esistono tuttora nelle collezioni private. 

 


18, 19 E 20 MARZO

CANOVA

Considerato il più grande degli artisti neoclassici, il suo straordinario lavoro ha stupito, ispirato e commosso per secoli. Il nostro film ritrae la sua crescita artistica, dalle sue prime esperienze a Venezia, vicino alla sua città natale, alle sue opere a Roma, Parigi e infine di nuovo a Venezia. Grazie al Museo Canova di Possagno, viaggeremo attraverso le pietre miliari che hanno creato la sua leggenda ed esplorato i paesaggi che un tempo ispirarono le sue famose sculture in marmo. Ora possiamo trovare i suoi capolavori a Parigi, Londra, Vienna, New York, Washington, San Pietroburgo, così come nel suo Museo a Possagno, dove sono ancora conservati alcuni dei suoi schizzi più privati per mostrare il genio precoce di Canova , un umile apprendista veneziano che era destinato alla grandezza e divenne un'icona proprio come Michelangelo e Bernini.

 


25, 26 E 27 MARZO

GAUGUIN A TAHITI. Il paradiso perduto

Da Tahiti alle Isole Marchesi: un viaggio alla ricerca del paradiso perduto, tra i luoghi che Gauguin scelse come sua patria d'elezione e attraverso i grandi musei americani dove sono custoditi i suoi più grandi capolavori: Il Metropolitan di New York, il Chicago Art Institute, la National Gallery di Washington e il Museum of Fine Arts di Boston.Sulle tracce di una storia che appartiene ormai al mito e sulle tracce di una vita e una pittura primordiali. 

 


15, 16 E 17 APRILE

IL MUSEO DEL PRADO. La corte delle meraviglie

In occasione delle celebrazioni del duecentesimo anniversario del museo, il film ci accompagna in uno spettacolare viaggio a Madrid per raccontare sei secoli di storia e arte spagnola, attraverso 8.000 opere di uno dei musei più grandi d'Europa. Perché un dipinto è una tela, colore, materia e forma, ma è anche la storia di uomini e donne, pittori e re, palazzi e regine, ricchezza e miseria.

 


6, 7 E 8 MAGGIO

IL GIOVANE PICASSO

Picasso è uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, ed il più prolifico fino alla sua morte nel 1973. Molti film hanno raccontato gli anni del suo maggiore successo: l'arte, gli affari e l'ampia cerchia di amici. Ma dove è cominciato tutto questo? Cosa ha reso Picasso quel che è stato? "Il giovane Picasso" esplora i suoi inizi, per scoprire da dove si scatenò la scintilla del genio che era solito ricordare:

"A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino".

 


20, 21 E 22 MAGGIO

PALLADIO

La scoperta delle opere di un grande architetto. 

Alcune delle più belle ville italiane, ora parte dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, sono state le residenze esclusive della nobiltà veneziana durante il Rinascimento e in seguito sono diventate una fonte di ispirazione per la costruzione di alcuni degli edifici di potere più iconici del mondo: la Casa Bianca, il Palazzo dei Congressi, la Borsa di New York, la casa di Jefferson a Monticello. Fu il presidente e architetto americano Thomas Jefferson a riconoscere l'architettura palladiana come l'esempio per l'estetica degli edifici del potere americani. C'è un legame profondo tra i simboli dell'architettura americana e Andrea Palladio che, nel 2011, è stato ufficialmente nominato "Il padre dell'architettura americana". Il film svela i segreti delle opere originali e, attraverso interviste esclusive con proprietari di ville del Palladio, studiosi e professori, rende una testimonianza rara che sicuramente stimolerà l'interesse degli appassionati di architettura e del pubblico in generale. Un'esplorazione che esamina come questi codici estetici siano venuti a rappresentare il Potere ovunque, in ogni Città, in ogni Paese.


27, 28 E 29 MAGGIO

DENTRO CARAVAGGIO

Perché, a oltre cinque secoli dalla morte, Caravaggio è uno dei pittori più popolari dei nostri tempi e continua ad essere protagonista di libri, mostre e approfondimenti? Un grande attore di teatro, Sandro Lombardi, da sempre appassionato di Caravaggio, visita la ricca mostra milanese dedicata all'artista e, un poco alla volta, scava attraverso i grandi temi legati alla biografia e all'opera del Merisi, per dare una risposta a questa domanda e per capire che cosa lo rende un nostro complice, un artista tanto vicino a noi. 


 

INGRESSO INTERO 10 € - INGRESSO RIDOTTO 8 €

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.