CHI SIAMO


"Il cinema è bello tutto. E’ bello che si raccontino bugie per dire la verità. Le pellicole sono come ombre cinesi. Le vedi, ma dietro ci sono tanti misteri. E c’è sempre una grande incertezza. Ti viene l’idea e cerchi di fare un film e poi speri che piaccia…"

Estratto di un’intervista del marzo 1993 a Gino Agostini

 

 

 

Circuito Cinema Bologna è il circuito delle sale d'essai del centro città e comprende Multisala Odeon, Europa Cinema, Rialto Studio e Roma d'Essai, per un totale di 8 schermi e 1392 posti a sedere. Spazi rinnovati e accoglienti che rispecchiano una nuova concezione nella fruizione dei cinema: non solo luoghi deputati all'esercizio della settimana arte, ma luoghi dove coniugare i diversi aspetti dell'arte e non solo.

Le sale di CCB ospitano eventi come il Biografilm Festival, Future Film Festival e Sala Bio e diverse rassegne organizzate dalle realtà più effervescenti della città ([email protected] cinema, DocUnder 30 – DER, Human rights nights Festival per citarne alcuni). La nostra realtà è un punto di riferimento per tante attività culturali e formative che si fanno promotori della cultura cinematografica presso il pubblico più giovane come il progetto Gli anni in tasca e il Festival Young About, la rassegna di cinema di animazione Fantasmagoria.

E ancora le opere e i balletti trasmessi in diretta o in differita dai più prestigiosi Teatri internazionali, le rassegne sull'arte e sul teatro.

Per quindici anni, in collaborazione con professori e studenti dell’Università di Bologna si sono svolte rassegne e dibattiti sotto la cornice di “Film, storia e memoria”: chilometri di pellicola hanno illuminato le immagini sugli schermi di Circuito Cinema Bologna, tracciando un luminoso e storico cammino di oltre cinquant’anni di cinema a Bologna.

Tutte le sale fanno parte del programma europeo Europa Cinemas e del circuito FICE dell'Emilia Romagna (Federazione italiana del cinema d'essai).

 

 

LA NOSTRA STORIA

 

Partiti da piccole realtà locali in Romagna, Gino Agostini ed Egidio Errani, tra mille difficoltà, decisero di avventurarsi nel mondo del cinema. Nel fermento culturale che in quegli anni caratterizzava Bologna, anche loro vollero fare la propria parte e crearono il C.R.E.E.C. (Consorzio regionale esercenti cinema) per assistere nell’attività di programmazione tutti i piccoli esercenti perché allora, ogni paese, anche il più piccolo, aveva il suo cinema.

Poi ci fu l’espansione a livello nazionale con il C.I.D.I.F. (Consorzio italiano distributori indipendenti) per far fronte all'espansione incontrollata delle grandi major.

E ancora SEAC FILM, agenzia regionale di noleggio film, che da oltre cinquant'anni, opera al servizio degli esercizi cinematografici dell’Emilia-Romagna.

La società si è da sempre caratterizzata nel saper coniugare i tre aspetti fondamentali dell’attività cinematografica: la distribuzione, la gestione di esercizi e, in un recente passato, anche la produzione.
L’impegno nella strenua difesa del cinema italiano con alle spalle la grande lezione del Neorealismo, ha sempre animato la volontà di sostenere e promuovere l’affermazione di grandi talenti: dai fratelli Taviani, Pasolini, Lizzani, Scola, Ferreri, Zurlini, Montaldo fino a Moretti e Nuti.

E’ un lungo e glorioso percorso descritto brevemente, mentre meriterebbe un approfondimento più serio e rispettoso per comprendere la passione e la capacità dei padri di questa opera tutta italiana col cuore che batte a Bologna.